NATALE IN SERBIA

Grazie ad Andjela, Ana e Danilo  di essere con noi

Il Natale per i serbi, che sono cristiani ortodossi, arriva due settimane dopo quello dei cattolici romani. I Serbi non celebrano il Natale il 25 dicembre, ma il 7 gennaio, mentre si celebra Capodanno il 13 gennaio anziché il 31 dicembre. Questo perché i serbi seguono un calendario diverso.

Il giorno prima di Natale, il 6 gennaio, i serbi celebrano la Vigilia (la badnjak). La vigilia di Natale ha preso il nome dalla pianta badnjak. In realtà badnjak è la quercia più bella e giovane che si può trovare nei boschi.

Il 6 gennaio, al mattino, l’abitudine è quella di andare in cerca di badnjak (rami di quercia con foglie). Quando  si trova quella giusta, è necessario tagliarla e portarla fino alla porta della casa e lasciarla lì.

Nei villaggi, dove si possono ancora trovare case con focolari vecchio stile, la consuetudine è che il padre vada fuori a prendere il badnjak sulla porta della loro casa. La madre apre la porta. Entrando, si dovrebbe dire alla madre: “Benvenuta a voi Badnje Vece! (“Vigilia di Natale”), si prende la badnjak e la si mette sul fuoco del camino per augurare buona fortuna.

L’usanza è anche quella di mettere paglia intorno al fuoco, con monete, noci, mandorle, fichi secchi sulla paglia, tutti i doni per i bambini.

Alla Vigilia di Natale, la cena è molto interessante.. E’ molto ricca, anche se è sempre un pasto senza carne. Simbolicamente il cibo ha a che fare con la morte: fagioli, pesce, fichi secchi, prugne e mele essiccate.

Alla fine della cena, tutti i resti del cibo dovrebbero essere lasciati sul tavolo e coperti con una tovaglia, fino alla mattina di Natale. La convinzione è che durante la notte gli spiriti dei morti vengono a mangiare il cibo lasciato per loro. In questo modo la vigilia di Natale ha il carattere di festa dei morti.

Prima di andare a letto è molto importante coprire la badnjak con cenere calda in modo che brucerà lentamente fino al mattino seguente.

Nella mattinata del 7 gennaio, giorno di Natale, la prima persona che entra nella casa si chiama “polozajnik”. Questa persona dovrebbe alimentare il fuoco nel camino e dire quanto segue: “Quante scintille, tante quante le pecore. Quante scintille, quanto molto denaro. Quante scintille, quanta la salute!”

Al Polozajnik viene poi offerta lo “Zito” (bollito di Natale, specialità di grano) e il vino nero. L’ospite si fa il segno della croce e mangia un po’ dello “Zito” e beve vino.

Prima di pranzo, mentre il fuoco sta bruciando, la tradizione è di mettere la carne di maiale o tacchino arrosto a cucinarsi lentamente per la cena di Natale.

Per la prima colazione è l’abitudine di preparare la “cicvara” (un piatto a base di farina, uova, burro e formaggio). Sulla tavola vengono serviti dolcetti secchi, fichi secchi e la grappa di prugne. Un’altra usanza è quella di preparare una ciotola in cui quattro anni prima è stato piantato del grano. Il significato è un augurio di fertilità e fortuna per la famiglia.

Quel momento segna l’inizio della “pace”. Gli ospiti si scambiano un bacio l’un l’altro: “Mir Bozji” (buona pace).

Il giorno di Natale, il pranzo prenderà il via prima del solito e dura più a lungo. Il menu è molto ricco, libero e vario.

ATTIVITA’:

Costruisci uno schema logico che raccolga tutte le informazioni relative al Natale in Serbia

Annunci
Categorie: classe terza, comprensione del testo, intercultura, italiano | Tag: , , , , , , | 3 commenti

Navigazione articolo

3 pensieri su “NATALE IN SERBIA

  1. andjela

    è stato bellissimo a fare questi lavori.

  2. Andjela nel lavoro sei andata da dio soprattuto Ana !!!

  3. Buon anno a tutti i tuoi amici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Esposizione Artistica

Arte e immagine di A scuola con noi

La nostra Storia

Materiali di studio

Lim e dintorni

un blog sull'uso delle lavagne multimediali

Parole in gioco

giocar con la poesia

Maestra Elisa

Appuntiamoci cio' che c'e' di buono...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: