L’ESTATE DI SAN MARTINO

L’estate di San Martino è un periodo invernale in cui, dopo le prime gelate, si verificano condizioni climatiche di bel tempo e relativo tepore.
San Martino viene festeggiato l’11 novembre.
Tradizionalmente durante questi giorni si aprono le botti per l’ assaggio del vino novello, che solitamente viene abbinato alle castagne. Questa tradizione è celebrata anche in una famosa poesia di Giosuè Carducci intitolata appunto San Martino.

San Martino
La nebbia a gl’ irti colli
piovigginando sale,
e sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar;
ma per le vie del borgo
dal ribollir de’ tini
va l’aspro odor de i vini
l’ anime a rallegrar.
Gira su’ ceppi accesi
lo spiedo scoppiettando:
sta il cacciator fischiando
sull’uscio a rimirar
tra le rossastre nubi
stormi d’uccelli neri,
com’ esuli pensieri,
nel vespero migrar.
GIOSUE’ CARDUCCI

ATTIVITA’:

1) Spiega il significato dei termini: 

IRTI COLLI – MAESTRALE – BIANCHEGGIA – BORGO – RIBOLLIR DE’ TINI CEPPI – L’ANIME A RALLEGRAR – SCOPPIETTANDO – RIMIRAR – ESULI – PENSIERI

2) Rispondi alle domande:

Da quante strofe è composta?
Quanti versi ha ogni strofa?
Ci sono delle rime?
Di quali rime si tratta?
Osserva in modo particolare l’ultimo verso di ogni strofa. Cosa noti?

3) Nella poesia sono presenti due figure retoriche:
una personificazione nella prima strofa e una similitudine nell’ultima.
Sai ritrovarle?

Ora rileggiamo la poesia per comprendere meglio il contenuto:

● La nebbia a gl’ irti colli
piovigginando sale,
e sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar;
Il poeta descrive il paesaggio autunnale.
Quali elementi vi sono rappresentati?
Quale sentimento traspare dalla lettura?

● ma per le vie del borgo
dal ribollir de’ tini
va l’aspro odor de i vini
l’ anime a rallegrar.
Il poeta traccia uno schizzo di vita rurale.
Quale atmosfera si respira?
Cosa accade per le strade del paese?
● Gira su’ ceppi accesi
lo spiedo scoppiettando:
sta il cacciator fischiando
sull’uscio a rimirar
● tra le rossastre nubi
stormi d’uccelli neri,
com’ esuli pensieri,
nel vespero migrar.
L’apparente felicità nasconde una tristezza.

Cosa fa il cacciatore?
Come sono i suoi pensieri?

da htpp://www.ciaomaestra.it

Annunci
Categorie: classe quarta, italiano, poesia | Tag: , , , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “L’ESTATE DI SAN MARTINO

  1. Fabio

    io la so a memoria :Mrgreen:

  2. Fabio

    non mi è funzionata la faccina 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Esposizione Artistica

Arte e immagine di A scuola con noi

La nostra Storia

Materiali di studio

Lim e dintorni

un blog sull'uso delle lavagne multimediali

Parole in gioco

giocar con la poesia

Maestra Elisa

Appuntiamoci cio' che c'e' di buono...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: