testo narrativo: LA FANTASCIENZA

Oggi scriveremo un racconto di fantascienza.

fantascienza

Il nome “fantascienza” è dato dall’unione di due termini: fanta[sia] + scienza, infatti i luoghi, le situazioni e i personaggi fantastici che appaiono in questi

racconti vengono presentati come realmente esistenti, scientificamente possibili.

Attenzione quindi a non confondere la fantascienza con il fantasy! In quest’ultimo tutto è magico o soprannaturale, nella fantascienza invece vengono fornite vere e proprie spiegazioni scientifiche alle invenzioni fantastiche.

Oggetto della fantascienza è il futuro: la scoperta e l’esplorazione di nuovi mondi, l’incontro con esseri dotati di un’intelligenza superiore a quella umana,

l’utilizzazione di macchine in grado di superare i limiti dello spazio e del tempo e di viaggiare nell’universo.

Quindi:

• il tempo della narrazione (che, attenzione!, non è il tempo verbale ma il tempo in cui si svolge la vicenda) è quasi sempre il futuro. Può comunque accadere (ma è raro) che il tempo della narrazione sia il presente, oppure che il passato e il futuro vengano mescolati insieme attraverso un espediente, quello della macchina del tempo. Altre volte, invece, il racconto è ambientato in un futuro che, a seguito di catastrofi naturali, si presenta come regredito, ossia la vita è tornata a livelli primitivi.

• I luoghi della narrazione possono essere o la Terra o gli spazi extraterrestri. Nel primo caso i luoghi consueti (la città, la casa, la scuola…) hanno la funzione di tranquillizzare il lettore che si sente a suo agio in luoghi noti, in una realtà apparentemente normale. Così maggiore sarà la sua sorpresa a mano a mano che il racconto comincerà a svilupparsi. Quando invece i luoghi della narrazione sono gli spazi extraterrestri (universo, pianeti sconosciuti, profondità marine…), da subito compaiono il mistero e il pericolo.

• I personaggi possono essere uomini, animali, macchine (come ad esempio i robot o i computer) o creature immaginarie (non solo extraterrestri, ma anche fasci di luce o forme indefinite). Ecco quindi comparire lo “strano”, ossia lo sconosciuto, il diverso, che è uno degli ingredienti più avvincenti dei racconti di fantascienza.

images

 

Questi gli ingredienti:

racconto DI FANTASCIENZA

 

 

images-1

 

Leggiamo alcuni racconti scritti da bambini

Ed ora… al lavoro… 

Annunci
Categorie: classe quarta, italiano, scrittura | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Esposizione Artistica

Arte e immagine di A scuola con noi

La nostra Storia

Materiali di studio

Lim e dintorni

un blog sull'uso delle lavagne multimediali

Parole in gioco

giocar con la poesia

Maestra Elisa

Appuntiamoci cio' che c'e' di buono...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: