TESTO DESCRITTIVO

        Il testo descrittivo è un tipo di testo che comunica con le parole le caratteristiche di una persona, di un animale, di una cosa o di un ambiente.

Descrivere è un po’ come «fotografare con le parole» persone, animali, oggetti e ambienti, in tutti i loro particolari.

Per descrivere occorre seguire un ordine e utilizzare i dati descrittivi, cioè le informazioni che ci trasmettono i cinque sensi: dati visivi, tattili, olfattivi, gustativi, uditivi.

Una descrizione è:

– oggettiva, quando chi descrive non manifesta le proprie emozioni ma riporta caratteristiche che tutti possono osservare e che restano invariate da qualsiasi punto di vista;

– soggettiva, quando chi descrive racconta la realtà così come lui la vede, riportando impressioni, riflessioni e stati d’animo e utilizzando un linguaggio ricco di aggettivi, metafore, similitudini, paragoni…

scrittura

 

leggi:

1. LA MELA

La mela è il frutto più destagionalizzato, lo si trova tutto l’anno, ciò richiede la presenza di impianti che provvedono alla conservazione e ne distribuiscano la disponibilità su di un ampio arco di tempo.

La maturazione naturale varia da fine agosto a metà ottobre.

La mela ha un potere antiossidante poiché contiene vitamine importanti come provitamina A, vitamine B1, B2, B6, E e C, niacina e acido folico, insieme a flavonoidi e carotenoidi, dall’effetto antiossidante.

Le mele sono destinate prevalentemente al consumo casalingo, per quello immediato ma anche in cucina per la preparazione di primi, secondi e diversi dolci. Inoltre si presta anche ad essere utilizzata per preparare in

casa maschere di bellezza. La mela è da sempre alleata della bellezza: ha un bassissimo apporto calorico e, grazie alla pectina, aiuta ad eliminare dal corpo le sostanze tossiche.

2. LA MELA

È il mio frutto preferito: la mela. Anzi visto che mi piace così tanto, i nonni hanno piantato, davanti alla loro casa, un melo. – Così ne puoi mangiare a volontà – ripetono sempre. Ma io non riesco a mangiarle tutte e a chiunque mi viene a trovare io offro sempre una mela.

La trovo dissetante come una bibita, dolce come un biscotto e rinfrescante come un gelato. Anche a scuola mi piace sgranocchiare una mela o, quando la maestra ce lo permette, bere un centrifugato appena fatto.

Tutte le volte che vado a trovare i nonni, c’è un rito da compiere: mangiare una mela appena colta. Mi piace addentarla lì, accanto all’albero.

Cosa dirvi… come Biancaneve non so resistere davanti ad una mela.

Confronta i due testi e completa.

• La descrizione oggettiva è la n. .

• La descrizione soggettiva è la n. .

• La descrizione n. si può trovare in un racconto.

• La descrizione n. si può trovare in un’enciclopedia.

• Qual è l’oggetto della descrizione in entrambi i testi?

• Qual è la differenza tra la prima descrizione e la seconda?

Unknown

Ora descrivi il giacinto portato a scuola da Giorgia, usando una descrizione oggettiva e poi soggettiva:

giacinto rid

Buon lavoro

Teacher

Annunci
Categorie: italiano, scrittura | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Esposizione Artistica

Arte e immagine di A scuola con noi

La nostra Storia

Materiali di studio

Lim e dintorni

un blog sull'uso delle lavagne multimediali

Parole in gioco

giocar con la poesia

Maestra Elisa

Appuntiamoci cio' che c'e' di buono...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: