diritti dei bambini

GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

Mi piacerebbe che per un giorno, finisse la guerra in tutto il mondo.


Vorrei che oggi tutti i bambini del mondo smettessero di lavorare e fossero trattati come bambini.


Vorrei che oggi gli adulti avessero un’attenzione particolare per i loro bambini


Vorrei che oggi tutti i bambini potessero respirare la libertà


Vorrei incontrare tutti i bambini del mondo per donare loro un sorriso di leggerezza.

Categorie: Classe quinta, diritti dei bambini, News | Tag: , , , , , | 2 commenti

CONVENZIONE INTERNAZIONALE SUI DIRITTI DELL’INFANZIA

La Convenzione ONU sui Diritti dell’infanzia fu approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989. Essa esprime un consenso su quali sono gli obblighi degli Stati e della comunità internazionale nei confronti dell’infanzia:

-Tutti i paesi del mondo (eccetto Somalia e Stati Uniti) hanno ratificato questa Convenzione.

-La Convenzione è stata ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176.

-Oggi aderiscono alla Convenzione 193 Stati.

-La Convenzione è composta da 54 articoli.

-La Convenzione è uno strumento giuridico e un riferimento a ogni sforzo compiuto in cinquant’anni di difesa dei diritti dei bambini.

La creazione della convenzione è ricordata ogni anno, il 20 novembre, con la commemorazione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

CLICCA QUI PER LEGGERE GLI ARTICOLI DELLA CONVENZIONE

convenzione sui diritti dei bambini

In classe, lavoriamo in coppia sulla Convenzione.

Leggiamo gli articoli e troviamo quelli che per noi sono fondamentali

Categorie: Classe quinta, diritti dei bambini | Tag: , , | 1 commento

Nobel per la pace 2014 a Malala Yousafza

Il premio all’adolescente pakistana «per la sua lotta contro la repressione dei bambini e dei giovani e per i diritti di tutti i bambini all’istruzione»

malala Jousafzai riceve il premio

Kailash Satyarthi, attivista indiano che si batte per i diritti dei bambini, e Malala Yousafzay, la 17enne pachistana che due anni fa fu ferita gravemente dai talebani per la sua lotta a favore dell’istruzione femminile, hanno ricevuto il Premio Nobel per la Pace 2014. Il comitato di Oslo fa sapere che il 60enne e la 17enne sono stati premiati “per la loro battaglia contro la repressione dei bambini e dei giovani e per il diritto di tutti i bambini all’educazione”. I giudici del Nobel hanno deciso di dedicare questa edizione del Premio alla lotta contro lo sfruttamento dei minori per fini economici: i bambini devono “andare a scuola e non essere sfruttati finanziariamente”, hanno scritto nelle motivazioni.

Sono onorata” per aver ricevuto il “prezioso” Nobel ha affermato e ha aggiunto che la notizia: “mi rende più forte e coraggiosa”. “Non credo che il Premio sia stato dato solo a me, ma a tutti i bambini che non hanno voce, ecco perché parlo a nome loro” ha aggiunto la studentessa. “Tutti i bambini”, ha proseguito la giovane pakistana, “hanno diritto a ricevere un’istruzione di qualità, a non soffrire per il lavoro minorile, per la tratta degli esseri umani. Hanno il diritto di essere felici”.

Malala-Yousafzai-

… In questi anni, l’impegno di Satyarthi ha permesso di liberare almeno 80.000 bambini dalla schiavitù, favorendone la reintegrazione sociale.

La 17enne Malala Yousafzay, oltre ad essere uno dei simboli dei diritti dei minori, è stata premiata anche perché ha vissuto sulla propria pelle la violenza dello sfruttamento e della violazione dei diritti dei bambini: ”Nonostante la sua giovane età – osserva il Comitato – Malala Yousafzay già da anni combatte per i diritti delle bambine all’educazione e ha dimostrato con l’esempio che i giovani possono anche loro contribuire a migliorare la situazione. E lo ha fatto nelle circostanze più pericolose: attraverso la sua battaglia eroica, è diventata una voce guida per i diritti dei bambini all’educazione”. Malala diventa così la più giovane persona ad aver ricevuto il premio. Malala è diventata famosa per la sua decisione di donare, a soli 11 anni, il suo diario scritto in urdu alla Bbc, dove raccontava la vita di una bambina sotto il regime talebano nella Valle di Swat. Per questo suo impegno nella lotta per i diritti delle bambine in Pakistan, subì un attacco da parte di guerriglieri taliban: il 9 ottobre 2012, mentre tornava da scuola in bus, un miliziano salì sul mezzo e sparò due colpi che la colpirono alla testa e al collo “non perché lottava i favore dell’istruzione femminile – dichiareranno i Taliban pakistani successivamente – ma perché faceva propaganda contro di noi e contro la Sharia”. L’allora 15enne venne trasportata d’urgenza all’ospedale di Peshawar e poi trasferita in condizioni critiche a Birmingham, dove venne operata e salvata. Da quel momento in poi, il suo attivismo subì un’accelerata: storico il suo discorso alle Nazioni Unite del 12 luglio 2013. Per il suo impegno, la giovanissima pakistana ha ricevuto, l’anno scorso, il Premio Sakharov per la libertà di pensiero.

malala jousafzaiRISPONDI ALLE DOMANDE:

  • Che premio ha vinto Malala Yousafzay
  • Di che nazionalità è?
  • Quanti anni ha?
  • Qual è il motivo della sua lotta?
  • A chi ha dedicato il premio?
  • Chi ha vinto il premio insieme a lei?
  • Cosa le successe di grave due anni fa?
  • Cosa pensano sia giusto i giudici del Nobel, per i bambini di tutto il mondo?
  • Quanti bambini ha liberato Malala grazie al suo impegno?
  • Cosa ha donato alla BBC all’età di 11 anni?
  • Secondo te, che significato ha la parola CORAGGIO? Pensi che Malala sia stata coraggiosa? Perché?

 

CONOSCI QUESTI LOGHI? Racconta…

unicef onu

Categorie: Classe quinta, diritti dei bambini, News | Tag: , , , , | 3 commenti

Blog su WordPress.com.

Esposizione Artistica

Arte e immagine di A scuola con noi

La nostra Storia

Materiali di studio

Lim e dintorni

un blog sull'uso delle lavagne multimediali

Parole in gioco

giocar con la poesia

Maestra Elisa

Appuntiamoci cio' che c'e' di buono...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: